Il Metodo della Scuola del Principio

Il metodo SdP fornisce indicazioni circa la comprensione di come è organizzata la pratica, in termini di atteggiamento, di tempo, di priorità e di difficoltà, ma sopratutto stabilisce ciò che viene definito come il “vero modo di fare”. Poi, attraverso i livelli orizzontali, il praticante sperimenta lo studio ortodosso delle singole “materie” e le caratteristiche fondamentali delle tecniche, affinché non vada perso il loro vero valore . Il livello orizzontale non è legato a un determinato tempo di pratica (mesi o anni), non deve essere conseguito in un arco temporale. Dipende semplicemente dalla disponibilità della persona, non è quindi necessario conoscere tutti i livelli orizzontali. La quantità di livelli acquisiti non garantisce la qualità della pratica! Se si è imparato il 1° livello  e si pensa che sia sufficiente, questa è un’ottima soluzione perché si potrà avanzare in profondità e senza limiti attraverso quel livello beneficiando degli effetti positivi sul nostro stato di salute fisica e mentale.

Il difficile nel sistematizzare  un lavoro di questo tipo, sta nel fatto che, per quanto si possa fornire del materiale di studio ordinato e dettagliato come metodo, non si riuscirà mai a trasmettere fino in fondo i particolari e i principi. Credo invece che, una buona comprensione di questi ultimi sia possibile con la pratica e soprattutto attraverso una sincera, umile e appassionata trasmissione diretta.

… generare attraverso la ricerca e la sperimentazione un nuovo linguaggio, verbale e gestuale, per la comprensione di una disciplina e attivare una idonea forma di pensiero, ragione e coscienza…